Sicilia:ancora mistero sui fenomeni di autocombustione a Canneto di Caronia

Print Friendly

Più che infittirsi, è un mistero che ritorna. A distanza di ben 10 anni. A Caronia torna anche la paura fra i cittadini, che erano ormai convinti di aver messo alle spalle un passato senza risposte. E’ accaduto la scorsa settimana, quando un palo dell’illuminazione pubblica ha iniziato ad accendersi e spegnersi all’improvviso, prima di un corto circuito al cavo elettrico che si innesta alla lampada.

caronia1

Canneto di Caronia.Tra Incendi, flussi anomali di energia elettromagnetica, Ufo, a sorpresa riprendono i monitoraggi di tutta l’area del basso Tirreno, tra il paesino in provincia di Messina e le Isole Eolie. Nella case verranno riallestiti sensori e telecamere, e il fenomeno che aveva lasciato stordito mezzo mondo ritorna sotto i raggi X.  Entro la primavera conosceremo la verità sul “paese dei fuochi”? C’è chi dice di si, c’è chi giura, invece, che quello che sta accadendo in Sicilia è solo un modo per cancellare dalla vicenda l’imbarazzante marchio del “segreto di Stato”. Pochi anni fa, esattamente nel 2004 nel paese di Canneto di Caronia, in provincia di Messina cominciarono ad accadere fatti strani. Iniziarono a presentarsi fenomeni di autocombustione, piu’ di 300 i casi contati.

In molte case diversi elettrodomestici bruciavano senza alcuna spiegazione plausibile. Bruciavano macchine, fili elettrici (non alimentati), ed anche divani e materassi. Ognuna di quelle persone ha una storia da raccontare. C’è chi si è visto il pc prendere fuoco all’improvviso e chi ha il parabrezza dell’auto “colpito dalla punta di un trapano invisibile”. E c’è anche chi fa vedere ad una televisione cinese le scarpe da ginnastica letteralmente “squagliate”. Non è proprio una bella storia.Credendo che si potesse trattare di dispersione di elettricità, gli abitanti di Caronia contattarono l’Enel per risolvere il problema. Dopo attenti controlli i tecnici dell’Enel non riuscirono a spiegare questi fenomeni e decisero, quindi, di non erogare più elettricità per vedere cosa accadeva. Pur non essendoci elettricità in poche ore si registrano nuovi incendi a contatori e fili di corrente.

canneto di caronia

Dopo qualche giorno in una casa scoppiò un incendio. Uno dei residenti racconta che durante l’incendio l’unica cosa che riuscirono a tirar fuori dalla casa fu un divano, ma questo iniziò a bruciare anche fuori dall’abitazione. Addirittura i tecnici provarono ad ammucchiare una serie di fili elettrici davanti le case e dopo pochi minuti i fili si bruciarono.A quel punto si dichiarò lo stato di calamità naturale. Geofisici, vulcanologi, ingegneri della protezione civile, telegiornali, quotidiani, blog, si diedero da fare per cercare di dare spiegazioni scientifiche…e non, allo strano caso di Caronia.

Nel 2005 la task force creata dalla presidenza del Consiglio per indagare sui fenomeni e coordinata da Francesco Mantegna Venerando, in collaborazione con un tecnico della NASA ha elaborato la seguente conclusione : “..Canneto di Caronia è stata colpita da onde elettromagnetiche di origine artificiale, capaci di generare una grande potenza concentrata, con fasci di microonde compresi nella banda tra 300 megahertz e alcuni gigahertz… fra i 12 e i 15 GW più precisamente”.

Uno stop improvviso

L’articolo è talmente esplosivo che in Sicilia finiscono per dover ammettere una serie di cose impensabili fino ad allora. La Protezione Civile, ad esempio, riconosce che un elicottero ha rischiato l’avaria proprio mentre il cielo di Canneto veniva tagliato da due oggetti volanti non identificati. Parte un’interrogazione parlamentare. Le indagini si fanno ancora più serrate, ma sul più bello la vicenda di Canneto di Caronia subisce uno stop.“Non possiamo più controllare l’area – dice duro Venerando –  Non ci sono soldi, e ogni componente del Gruppo opera senza rimborsi e senza budget”. Insomma, di fronte al problema di sempre, su Canneto cala il silenzio. Ma qualcuno pensa che forse lo smantellamento e la dismissione di sensori e telecamere è un ordine che arriva dall’alto. Fatto sta che il Gruppo si scioglie e a combattere per la verità rimangono solo gli abitanti del paesino che hanno ragioni più concrete per gridare la loro rabbia.

CannetoDiCaronia_04

Il 24 giugno 2008 in seguito ad ulteriori indagini da parte dei periti nominati, il caso venne archiviato dalla procura di Mistretta. La conclusione dei consulenti fu che si trattò di fiamme libere e di mano umana.Tesi molto diversa da quella della polizia locale, dove in un rigo su un verbale si legge : “Non c’è dolo dietro i ripetuti fenomeni incendiari che da circa un mese si verificano nel piccolo centro siciliano”.Piu’ che un lieto fine si tratta di un vero e proprio insabbiamento. Ora però pare che sulla vicenda si apra un nuovo spiraglio. Di sicuro i sensori verranno ricollegati e ricominceranno i monitoraggi.  Sapremo la verità?

GUARDA IL VIDEO

Articolo a cura di evidenzaliena.altervista.org

Fonti:http://portalemisteri.altervista.org ; http://www.siciliainformazioni.com

 

11,257 Visite totali, 1 visite odierne

2 Responses to “Sicilia:ancora mistero sui fenomeni di autocombustione a Canneto di Caronia”

  1. Risoluzione dei fenomeni di combustione spontanea a Canneto (ME)
    nel periodo 2 agosto – 2 settembre 2014.

    Al Sindaco di Caronia Rino Beringheli

    Salve,
    Sono l’ingegnere elettrico Rinaldo Lampis, direttore della Lampis Research.
    Leggiamo della “ricomparsa” dei fenomeni di combustione spontanea a Canneto/Caronia in Sicilia.
    Come ricercatori attivi sulle energie invisibili, possiamo affermare che gli eventi riportati hanno concause sia elettromagnetiche (terrestri) che cosmiche (“extraterrestri”), anche di origine senziente.

    La risoluzione delle anomalie è possibile tramite la modifica dei campi morfici presenti nella zona,
    attraverso il principio della non-località.
    Per dimostrare la validità di questo approccio, nel periodo 2 agosto – 2 settembre 2014 verrà instaurata nell’area “energetica” del comune di Caronia (che include la frazione di Canneto) una “no-interference area”, dove i fenomeni suddetti (inclusi i malfunzionamenti elettrici) NON potranno manifestarsi.

    Si invitano i lettori della presente notifica ad informare gli abitanti di Canneto
    che hanno subito in passato i fenomeni, di questa dimostrazione naturale e gratuita.
    R. Lampis
    rilampis@gmail.com
    http://www.spiritaction.net

    Per informazioni, si vedano, su Amazon.com:
    R. Lampis, ENERGY VISION, The Conscious Use of Energy;
    R. Lampis, Pleasant Voyage Discovering the Invisible World.
    (Testi disponibili in Italiano dall’autunno 2014).

  2. lucas ha detto:

    quello di canneto di caronia rimarrà sempre un mistero, qualunque soluzione si provi a dare..

Trackbacks/Pingbacks


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Unisciti alla nostra Community!

Count per Day

  • 1308209Totale letture:
  • 45Letture odierne:
  • 426Letture di ieri:
  • 2807Letture scorsa settimana:
  • 7609Letture scorso mese:
  • 743594Totale visitatori:
  • 34Oggi:
  • 301Ieri:
  • 1790La scorsa settimana:
  • 4596Visitatori per mese:
  • 251Visitatori per giorno:
  • 0Utenti attualmente in linea:

Newsletter

Inserisci la tua mail e ricevi tutti gli aggiornamenti!Compilando questo form autorizzi soggetti terzi, al trattamento dei tuoi dati personali e al loro utilizzo nel rispetto della legge sulla privacy in vigore.

Segnala il tuo Avvistamento!

Donation

Sostieni l'opera di divulgazione di Evidenzaliena! Grazie!

Privacy & Policy

Privacy Policy