L’UFO crash del 1948, la Roswell sovietica e la base segreta di Kapustin Yar

ufo-crash
Print Friendly

Kapustin Yar è una base segreta dell’ex Unione Sovietica, La sua segretezza pari all’Area 51 americana tanto da definirla la “Roswell russa”. Nel 1948 i militari russi recuperarono un presunto disco volante schiantato al suolo e dei corpi alieni.

ufo-crash

Il sito, fondato nel 1946, si trova nella remota area di Oblast’ di Astrachan. La base era talmente segreta che la vicina cittadina di Zhitkur fu completamente evacuata e poi rasa al suolo. La base venne alla luce grazie alle rivelazioni degli scienziati tedeschi tornati in occidente e confermata dai voli degli aerei spia, il primo nel 1953. Ma Kapustin Yar deve molta della sua fama agli UFO e ai rottami provenienti da UFO Crash in essa studiati. Il caso più famoso relativo a questa base risale al 1948 quando i sistemi radar della base rilevarono un UFO.

4r_kapustin_15

Immagine aerea della base.

L’agenzia di stampa governativa della Cina ha recentemente pubblicato un articolo drammatico, che è stato ripreso in tutta la Cina e che sta creando ondate di “shock” tra i ricercatori UFO della regione. L’articolo afferma che l’agenzia ha ricevuto durante la Guerra Fredda, da fonti militari russe, informazioni che riguardavano gli UFO, i quali assieme ai corpi di esseri extraterrestri dovevano essere custoditi in una base “top secret”.

S-25-Guild-Kapustin-Yar-1S

Kapustin Yar inoltre è una base di lancio per razzi appartenuta prima all’URSS e poi alla Russia; si trova nell’Oblast’ di Astrachan, tra Volgograd e Astrachan’. La base fu fondata il 13 maggio 1946 e all’inizio utilizzava materiali e tecnologie della sconfitta Germania nazista. Il primo missile che fu lanciato da questa base nel 1947 fu una V2 catturata ai tedeschi. In seguito la base fu adoperata sia per lanci di missili per uso militare che di razzi-sonda per ricerche scientifiche.

Sull’oggetto venne inviato un MIG che confermò l’avvistamento definendo l’oggetto di forma sigariforme e di color argento. Dopo essere stato accecato dall’oggetto al pilota venne ordinato di attaccare l’UFO, il pilota riuscì a colpire l’oggetto sconosciuto che a sua volta colpì il MIG con una sorta di arma ad energia, entrambi i veicoli si schiantarono.

I detriti dello schianto, insieme ai corpi di esseri extraterrestri furono recuperati dai militari sovietici che li portarono nella vicina base di Kapustin Yar.  Si dice che tutto questo materiale sia ancora custodito nel sottosuolo e che molti altri incidenti UFO si sono verificati.  L’articolo apparso su Xinhua conclude dicendo che “il mondo si sta lentamente svegliando in merito ai grandi segreti che detiene Kapustin Yar.

Saranno i suoi segreti, la tanto auspicata “smoking gun” che costringerà gli uomini ad accettare finalmente la realtà della presenza extraterrestre sulla Terra”?

Fonte

2,035 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*