Donna africana partorisce ibrido uomo animale

ibridi citoplasmatici
Print Friendly

La donna che ha dato alla luce questa creatura ibrida ottenuta presumibilmente attraverso l’incrocio del nostro Dna con quello animale, vive in uno sperduto villaggio dell’Africa orientale i cui abitanti hanno chiamato questa creatura, Uumula Sibyaan, che letteralmente significa divoratore di bambini nel grembo materno.

Gli scienziati cinesi hanno già inserito delle cellule staminali umane in alcuni feti di capra, mentre i ricercatori statunitensi stanno studiando l’idea di creare un topo attraverso delle cellule prelevate dal cervello umano.Un paraumano o para-umano è un ibrido uomo-animale o chimera, un’entità che incorpora elementi genetici di esseri umani e animali .
Il termine è anche legato ai “cibridi” (ibridi citoplasmatici), con cellule “cibridi” caratterizzati dal nucleo umano. Un’altra definizione tecnica fornita per descrivere un para-umano è quella di un’entità formatasi sia da un ovulo umano fecondato da uno spermatozoo non umano e viceversa.

ibrido

Mentre in un primo momento erano solo un tipo di hypothetical concept difficile da definire, le prime chimere uomo animale che effettivamente esistono sono state create nel 2003 dagli scienziati della Shanghai Second Medical University il cui risultato è stato quello di incrociare le cellule umane con quelle di un coniglio. La rivista H + ha definito con il termine para-umani come delle “alterazioni genetiche che caratterizzano alcune forme animali e umane”.

Talvolta una tale creatura è anche indicata come un animale umanizzato nel suo aspetto.  In termini di etica scientifica, la creazione di entità para-umane è un argomento che è stato oggetto di un acceso dibattito negli Stati Uniti e nel Regno Unito, mentre lo stato dell’Arizona ha vietato nel 2010 una tale pratica.

Una proposta in materia ha suscitato un certo interesse nel Senato degli Stati Uniti tra il 2011 e il 2012, senza che venisse ottenuto alcun risultato.Anche se i due concetti non sono strettamente correlati, le discussioni sulla sperimentazione sono parallele alle discussioni intorno alla ricerca sulle cellule staminali embrionali. La creazione di organismi geneticamente modificati per una moltitudine di scopi ha avuto luogo nel mondo moderno per decenni, come nel caso degli alimenti specificamente progettati per avere caratteristiche e una resa maggiore attraverso una migliore resistenza alle malattie.

Gli scienziati hanno condotto delle ricerche approfondite sulla miscelazione di geni o cellule di specie diverse, come ad esempio l’aggiunta di geni umani con geni a batteri di animali domestici in modo da produrre proteine di ​​insulina e materiali simili alla seta di ragno, così come l’introduzione di cellule umane in embrioni di topo per eseguire dei test anti-droga.

Fonte

13,374 Visite totali, 14 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*