Apparizioni mariane a Terni:donna dice di dialogare con con la Vergine e Gesù

verginemaria
Print Friendly

A Terni si grida al miracolo. Una donna dice di dialogare con la Vergine e Gesù. La diocesi è scettica e frena (per ora) sulle presunte apparizioni. Il caso è in “osservazione”.

verginemaria

Ogni sabato pomeriggio, quando si avvicina ai fedeli, dopo le preghiere e la meditazione in ginocchio sotto il ciliegio della chiesa di Santa Maria dell’Oro a Terni, apre il taccuino e legge, come se fosse la cosa più normale del mondo, il messaggio che dice di aver ricevuto durante la visione. A parlarle è quasi sempre la Madonna, mentre Gesù le appare – così racconta Pamela Roncetti, 31enne ternana – il primo giorno di ogni mese.

«Vedo la Madonna, è mora e mi dice che noi fedeli siamo il suo cuore e il suo verbo»

LA PRIMA APPARIZIONE A 12 ANNI
Pamela sostiene che la Madonna le appare dal 1995, da «quando avevo 12 anni». A seguirla, ogni volta che si reca a Santa Maria dell’Oro, ci sono decine di fedeli. Nell’ultimo messaggio la Madonna le ha detto testualmente: «Sono qui in mezzo a voi per pregare per i miei sacerdoti e il mio popolo, vi ringrazio perché con le vostre preghiere partecipate alla realizzazione dei miei progetti. Voi siete il mio cuore e il mio verbo per restaurare la mia Chiesa e tutto ciò che mi appartiene. Benedico l’intera diocesi, tutti i miei sacerdoti, tutti voi e l’intera Chiesa».

MORA E CON UNA TUNICA CELESTE
In passato, i messaggi presunti della Madonna a Pamela restavano privati. Da novembre dello scorso anno la 31enne dice di «essere stata autorizzata a divulgarli direttamente dalla Vergine». «La Madonna è mora – spiega Pamela – con i capelli ondulati e lunghi fino a metà schiena. Occhi fra il verde e l’azzurro. Ha una tunica celeste e le ninfee ai piedi».

LA CHIUSURA DEL CANCELLO
La diocesi molto scettica sul fenomeno da qualche settimana ha fatto chiudere i cancelli, ma lei scavalca puntualmente il muretto e continua ad inginocchiarsi sotto il ciliegio. Il vescovo di Terni Giuseppe Piemontese, prima di lui monsignor Vecchi, l’ha ammonita a non rendere pubblici i messaggi e a interrompere le sedute di preghiera a Colle dell’Oro. Fino a ordinare di sbarrare i cancelli dell’ex convento. Ma Pamela va avanti (Corriere dell’Umbria, 28 settembre).

CASO IN “OSSERVAZIONE”
Il caso è ormai nazionale, ed è arrivato sabato 4 ottobre sugli schermi di Canale 5, mentre sia il vescovo, che il parroco di Colle dell’Oro don Claudio Bosi non rilasciano alcun commento. Aleteia è riuscita ad entrare in contatto con una fonte della diocesi di Terni, che ha spiegato: «Per ora il suo caso è in fase di osservazione», fa trapelare la fonte, «l’argomento è molto delicato ed è stato reso pubblico non da molto tempo. Parliamo dunque, di un fatto recente e bisogna essere molto cauti prima di fare valutazioni e capire se va approfondito o meno».

PREGARE IN CHIESA
La donna ha chiesto un nuovo incontro al vescovo Piemontese, che le è stato accordato. «Il vescovo – prosegue la nostra fonte – non aveva vietato a Pamela di pregare, ma le era stato detto di farlo in chiesa insieme ai fedeli. Sarebbe stata la cosa più opportuna, ma si apprende dalla stampa che lei continua a recarsi nel cortile».

Fonte

3,783 Visite totali, 1 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*