Documenti declassificati della Marina russa: gli OSNI sono reali

base+aliena
Print Friendly

Gli Oggetti Sottomarini Non Identificati (OSNI) non sono famosi come gli UFO, anche se sono spesso avvistati, secondo i registri rilasciati dalla Marina russa. Il fenomeno OSNI comunemente, coinvolge oggetti inspiegabili che sono inoltre tecnologicamente avanzati, e di gran lunga superiori a qualsiasi cosa che l’uomo abbia mai costruito.

base+aliena

I documenti appena rilasciati contengono resoconti di epoca sovietica, che esplicano in dettaglio molti casi di possibili incontri con OSNIs. L’ufficiale della marina russa ed ex ricercatore di UFO, Vladimir Azhazha ritiene che tali documenti siano di grande valore.

Uno dei casi più interessanti ha esaminato, è quello che coinvolge una missione di combattimento sottomarino nucleare nel Sud del Pacifico.

Durante il funzionamento di routine, il sommergibile ha rilevato sei oggetti sconosciuti in movimento in formazione, a velocità superiori ai 230 nodi (425 km/h). In confronto, il più veloce sottomarino sovietico, K-222, ha raggiunto circa 44 nodi o 82 km/h.

Il sonar di bordo ha stabilito che gli oggetti venivano verso il sommergibile, così il capitano ha ordinato la risalita in superficie. Gli OSNIs lo seguirono fino in superficie e poi volarono via.

Casi simili sono stati segnalati nella regione del Triangolo delle Bermuda, come ricorda il comandante in pensione di sottomarino, Yuri Beketov. Gli Strumenti di bordo hanno spesso difetti, ciò starebbe ad indicare la presenza di forti interferenze. Molti credono che questo sia legato alla presenza di UFO / OSNIs.

“In diverse occasioni, gli strumenti avevano identificato degli oggetti solidi in movimento a velocità incredibili. I calcoli hanno mostrato velocità di 230 nodi, o 425 chilometri all’ora. Questa velocità è una sfida anche sulla superficie. Ma la resistenza all’acqua è molto più alta. Era come se gli oggetti abbiano sfidato le leggi della fisica. C’è una sola spiegazione: le creature che hanno costruito queste navi sono di gran lunga superiori a noi tecnologicamente “, ha detto Beketov.

Gli UFO come gli OSNIs sembrano manifestarsi in concomitanza di operazioni militari, indicando il loro interesse per l’arsenale militare umano.

Un’altra area di grande attività OSNIs è il lago Baikal in Russia. Questo, che è il lago più profondo di acqua dolce del mondo, ha sempre presentato una natura misteriosa e i pescatori hanno da sempre raccontato di aver osservato delle luci nelle loro profondità. Altri racconti popolari descrivono come alcuni subacquei siano stati risucchiati dalle creature nelle acque calme del Baikal.

Un altro giornale russo descrive l’incontro tra un gruppo di subacquei militari e diversi esseri umanoidi vestiti d’argento. I sub si stavano addestrando sul lago Baikal, a una profondità di 50 metri, e li hanno incontrato un gruppo di strane creature. Altri gruppi di sommozzatori ha dichiarato di averli incontrati a profondità maggiori. Tre di questi uomini sono stati uccisi, mentre altri quattro sono rimasti gravemente feriti.

Vladimir Azhazha ritiene che la questione dovrebbe essere studiata ulteriormente.

“Penso a basi sottomarine aliene e dico: perché no? Nulla deve essere scartato “, dice Azhazha. “Lo scetticismo è la via più semplice: non credere a niente, non fare nulla. Le persone raramente visitano grandi profondità. Quindi è molto importante analizzare quello che si trova li.

Fonte
Articolo a cura di evidenzaliena

3,698 Visite totali, 2 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*