Lo scienziato Micheal Heller, pioniere della teoria che prova l’esistenza di Dio

dio-creazione
Print Friendly

Un connubio che può sembrare improbabile è quello tra la scienza e la religione, in quanto ci sono molte differenze di opinione tra uno e l’altro. Tuttavia uno scienziato ha creato una teoria che proverebbe l’esistenza di Dio.

dio-creazione

Lo scienziato in questione è il Polacco Michael Heller, che, oltre ad essere uno scienziato, è uno dei più famosi teologi della Polonia. Oltre che essere un prete ha anche un dottorato di ricerca in cosmologia dal 1966. Ricopre il ruolo di professore di filosofia della scienza e della logica presso l’Istituto Teologico di Tarnow ed effettua corsi di filosofia presso la Pontificia Università di Giovanni Paolo II a Cracovia.

Quello che ha fatto è stato quello di utilizzare la conoscenza scientifica e della religione per dimostrare qualcosa che ancora oggi desta molti dubbi e che altri scienziati avevano già tentato di indagare senza successo fino alla storia più recente. L’esistenza di un Dio, un creatore per tutto quello oggi che conosciamo.

La teoria di Heller prese il nome di “teologia della scienza” di cui fu pioniere, che gli valse uno dei premi più ambiti della comunità scientifica: nel 2008 infatti vinse il premio a New York di 1,6 milioni di dollari ,  ricevuti direttamente dalla Templeton Foundation, che annovera scienziati da tutto il mondo.

Heller spiega l’esistenza di Dio attraverso la teoria del Big Bang, o la formazione dell’Universo, che ha avuto origine attraverso una grande esplosione. Il Big Bang è ora la teoria maggiormente accettata per la creazione dell’universo e molte persone ritengono che questa abbia dimostrato che l’universo non è stato creato da Dio. Ma lo scienziato ha deciso di andare un po ‘oltre. E se Dio stesso avesse creato lo stesso Big Bang?

heller

Egli dice che la scienza ha trovato Dio, a questo punto, perché gli scienziati non possono spiegare quello che ha dato origine a questa grande esplosione, in quanto non è stato ancora spiegato quello che è venuto prima di esso, e difficilmente sarà in grado di dimostrarlo.

Egli spiega che in ogni processo fisico, una cosa ne origina sempre un altra, cioè, uno “stato precedente è una causa di un altro stato che è il suo effetto. E c’è sempre una legge fisica che descrive questo processo, ” dice.

Così come Dio ha dato inizio al tutto, egli governa ancora le leggi della fisica. Noi sappiamo come funzionano, ma non conosciamo il significato profondo di queste leggi e aggiunge: “La scienza ci dà la conoscenza, e la religione ci dà la direzione. Entrambi sono prerequisiti per una buona vita”, vale a dire che non esclude né religione, né Dio, ma li unisce per dare un senso a tutto ciò che studiamo e viviamo.

GUARDA IL VIDEO

Fonte

2,045 Visite totali, 4 visite odierne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*